mercoledì 4 marzo 2020

Anno bisesto: dal Titanic al Coronavirus, passando per terremoti e tsunami

Anno bisesto, anno funesto. Lo abbiamo sentito ripetere tante volte in giro in quei pochi bar o locali d'altro genere in cui si è avuto coraggio a mettere piede, terrorizzati dal Coronavirus che, appunto, è venuto a 'funestare' questo anno bisesto, il 2020.
La nomea maligna dell'anno che viene a cadere, con il suo 29 febbraio, ogni quattro anni, è una pura speculazione priva di fondamento, un po' come quella del gatto nero o dei mancini indemoniati.
E' vero che ogni anno potrebbe elencare la propria serie di momenti tragici. E' vero anche però che molti di questi eventi tragici hanno trovato un proprio degnissimo spazio negli anni bisestili. Frugando nel recente passato a risalire dal secolo scorso ecco che il primo fatto drammatico bisesto avvenuto il secolo scorso è il terremoto di Messina del 1908, con migliaia di morti e addirittura la leggenda di un treno carico di passeggeri trascinato in mare nel susseguente maremoto. Quattro anni dopo, è il 1912, e un'altra grande tragedia sconvolge il mondo, con l'affondamento del transatlantico Titanic e 1500 morti, per un nome che diverrà sinonimo di disastro quanto e forse più dello stesso anno bisestile. Il 1916, in piena Prima Guerra Mondiale, avviene quella che forse può essere definita come la più grande e disumana battaglia della storia recente, la Battaglia di Verdun, piccola cittadina della Francia, nella quale, tra il mese di febbraio e quello di dicembre, morirono circa 600mila soldati, quasi equamente divisi tra francesi e tedeschi. Saltando al 1936, ecco che prende il via la Guerra Civile Spagnola, altro drammatico evento che portò con sé migliaia di morti e una feroce lotta senza quartiere da parte di entrambi gli schieramenti. Compiendo un ulteriore balzo, tornando in tema di sisma, ecco i due terremoti colpirono nel 1968 il Belice e nel 1976 il Friuli. In questo secolo, nel 2004, ecco un altro disastro naturale, il devastante tsunami che si è abbattuto sull’Oceano Indiano, provocando oltre 230mila vittime e 20mila dispersi. Sempre in quell'anno prosegue la scia degli attentati islamici, come quello avvenuto a Madrid, in Spagna (192 vittime), e disastri naturali in varie zone del mondo. mentre l'anno bisesto forse più tristemente ricco di attentati è il 2016, con quelli Bruxelles, Orlando, Nizza e Berlino, seguiti dal terremoto in centro Italia che causò oltre 300 morti.
Quest'anno è cominciato con il Coronavirus, e siamo solamente a febbraio...